A.I.A.
SOCIAL
twitter-icon
Instagram 256
logo 100 "Dietro ogni impresa di successo c'è qualcuno che ha preso una decisione coraggiosa..."
BENVENUTO GIULIO

BENVENUTO GIULIO

Fiocco azzurro in casa Pezzuto. Nelle prime ore del pomeriggio di ieri, è venuto alla luce...

IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO

IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Presidente Paolo Prato ha formalizzato la squadra che lo accompagnerà durante questa...

AUGURI SAMUELE

AUGURI SAMUELE

Il Presidente Paolo Prato, i Vice-Presidenti, il Consiglio direttivo e tutti gli associati...

MATTIA POLITI IN CAN PRO

MATTIA POLITI IN CAN PRO

Dopo lo svolgimento del corso di qualificazione per assistenti arbitrali, possiamo finalmente...

I DIRIGENTI DELL'AIA LECCE

I DIRIGENTI DELL'AIA LECCE

Dopo la pubblicazione dei comunicati che hanno sancito le promozioni di Alessandro Cipressa e...

  • BENVENUTO GIULIO

    BENVENUTO GIULIO

    Martedì, 01 Agosto 2017 07:50
  • IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO

    IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO

    Venerdì, 28 Luglio 2017 09:16
  • AUGURI SAMUELE

    AUGURI SAMUELE

    Venerdì, 28 Luglio 2017 07:59
  • MATTIA POLITI IN CAN PRO

    MATTIA POLITI IN CAN PRO

    Lunedì, 17 Luglio 2017 23:32
  • I DIRIGENTI DELL'AIA LECCE

    I DIRIGENTI DELL'AIA LECCE

    Mercoledì, 12 Luglio 2017 08:28

CONTATTACI

address Via Martino Marinosci, n° 14/A 
73100 LECCE
telefono 0832 / 458317
fax 0832 / 458317

A.I.A. SOCIAL

Segui le pagine Facebook e Youtube per avere aggiornamenti e notizie in tempo reale dalla nostra "community", guardare video, chiedere consigli e tanto altro.
facebook twitter icon youtube Instagram 256

SINFONIA 4 YOU

sinfonia4you

LA STORIA

LA STORIA

Parlare di arbitri di calcio a Lecce significa riferirsi ad Ettore De Michele, che nacque nella città salentina il 6 Gennaio 1890, iniziò a dirigere gare a Taranto, giungendo ad arbitrare gare dei campionati nazionali nell'allora C.I.T.A. fino al 1930 e che poi in quell'anno rientrò nella città natale, dove fu l'artefice della costituzione del locale "Sottogruppo" diventandone il primo responsabile. Prima di trasferirsi definitivamente a Bari nell'anno 1933 getto le basi per una concreta attività locale, che portò all'inizio degli anni trenta alla produzione dei primi arbitri leccesi Giuseppe MASSAGLI, Giordano ZAMPINO, Michele CRISTIANTELLO ed Emilio MUGO.

In una sessione d'esami che si tenne il 15 Febbraio 1932 vennero poi promessi Francesco De FILIPPI, Francesco CILLO, Luigi PERNICE, Filippo GALLUCCIO e Giuseppe MASSIGLI. Nel Novembre dell'anno 1933, a seguito del trasferimento di Ettore De MICHELE a Bari, venne nominato Fiduciario del Sottogruppo di Lecce Gaetano GRAZIUSO. Nel mese di Marzo del 1934 si tenne un'altro corso di arbitri che vide promossi Giulio ANASTASIA, Luigi ERROI, Oronzo PRANZO, Achille LOSAVIE, Vincenzo POLO e Franco SILVESTRI. Nell'Ottobre del 1937 venne così istituito il Gruppo Arbitri Leccesi, con sede in via Porcigliano 42 ed il suo primo presidente fu Gaetano GRAZIUSO. Consiglieri del Gruppo vennero nominati Vincenzo Pizzi ed Emilio MUGO. Nel 1938 si ebbe una nuova presidenza del Gruppo e la guida passo ad Oronzo PRANZO e gli arbitri trasferirono la nuova sede in piazzetta Innocenzo XII°.

Nel 1939 a Lecce la forza arbitrale risultava pari a 14 direttori di gara, quattro effettivi, nove aspiranti ed un arbitro fuori quadro. Nel dopoguerra furono sciolti i Gruppi e furono istituite le Sezioni. Nel Giugno del 1947 a seguito dello scioglimento del consiglio sezionale venne nominato commissario straordinario della Sezione Gaetano GRAZIUSO, che a fine anno lasciò l'incarico di presidente degli arbitri leccesi a Tommaso CORALLO, grandissimo arbitro che diresse in serie A dal 1947 al 1957 ben 89 gare e che venne anche insignito del famoso Premio "Giovanni Mauro", il massimo riconoscimento per un arbitro italiano.

Nel 1949 la presidenza della Sezione passò a Realino PECICCIA, che l'anno successivo lasciò l'incarico nuovamente ad Oronzo PRANZO. Alla fine del 1953 la Sezione risultava nuovamente guidata da Tommaso CORALLO, poi nel 1954 ritornò alla presidenza Oronzo PRANZO, che l'anno dopo la cedette nuovamente a Realino PECICCIA. Dal 1954 a tutto il 1967 non si hanno notizie certe sull'attività della Sezione di Lecce, in quanto la rivista "L'Arbitro" non riportò in quegli anni notizie relative all'attività arbitrale delle Sezioni.

Una notizia importante relativa a quel periodo riguardò il leccese Domenico CATALDO, che nei primi anni sessanta raggiunse la serie A e vi diresse 4 gare. Risultati ben più qualificanti li riportò a partire dalla fine degli anni cinquanta Antonio Di TONNO, sicuramente l'arbitro più rappresentativo della sezione di Lecce che nel 1959 esordì in serie A dove diresse ben 103 gare fino al 1971 e venne nominato arbitro internazionale. Dal Giugno del 1967 la rivista "L'Arbitro" cominciò a riportare tutti i Comunicati Ufficiale dell' A.I.A. che hanno così permesso, almeno fino all'anno 1984, di riferire in maniera abbastanza completa tutta la vita sezionale. Alla guida degli arbitri della Sezione di Lecce c'era in quel periodo Realino PECICCIA.

Si erano contraddistinti nei campionati interregionali dell'allora C.A.I. Giuseppe D'ASTORE, Giovanni PARACELLI, Giulio SANSO' e Michele SERVELLO, seguiti poi da Giovanni MORELLI. Nella stagione sportiva 1968/69 vennero promossi alla C.A.I. Fulvio GIUDICE e Vittorio IPPOLITO seguiti l'anno successivo da Antonio MASSAFRA e poi da Michele BAX. Nella stagione 1970/71 venne promosso alla C.A.N. Giulio SANSO'. Nel 1971 venne inaugurata la nuova sede della sezione di Lecce alla presenza del vice presidente dell'A.I.A. Renato PASTURENTI e dell'allora commissario della C.A.D. Antonio CLEMENTE.

A seguito della ristrutturazione dei campionati nazionali venne istituita per quelli semi professionistici la C.A.S.P. e si aggiunsero a tutti i colleghi riconfermati della ex C.A.I. anche Francesco CASAVOLA ed Ettore FILIPPI. In quell'anno il presidente della Sezione Realino PECICCIA venne insignito per la stagione sportiva 1970/71 del Premio Nazionale "Gino Agostini", attribuito al miglior presidente della sezione italiana. Nel 1972 venne promosso alla C.A.N. Giuseppe D'ASTORE, mentre pervenne alla C.A.S.P. Giancarlo PIRANDOLA.

L'anno successivo venne promosso alla C.A.N. anche Antonio PRATO. Pervenne alla C.A.S.P. anche Giovanni D'ASTORE mentre Ettore FILIPPI si trasferì alla Sezione si Milano. Nel 1975 venne promosso alla C.A.S.P. Roberto PALLARA, seguito l'anno successivo da Roberto GRECO e da Giuseppe RIZZO. Il 1976 vide anche la promozione alla C.A.N. di Giancarlo PIRANDOLA, seguito l'anno dopo da Roberto GRECO. Nel 1978 terminò la lunga presidenza di Sezione di Realino PECICCIA e venne nominato al suo posto Antonio PRATO. nel 1981, a seguito dello sdoppiamento della C.A.N., Giancarlo PIRANDOLA restò a disposizione della C.A.N. esordendo nel 1982 in serie A e dirigendovi fino al 1986 sei gare, mentre Roberto GRECO diresse gare della C.A.N. C. Venne sciolta anche la C.A.S.P. e venne nuovamente istituita la C.A.I. nella quale vennero promossi Giovanni LEO e l'anno successivo Maurizio SCARDIA.

Cessarono poi si essere riportati sulla rivista "L'Arbitro" i Comunicati Ufficiali per cui non fu più possibile avere un riscontro preciso dei movimenti all'interno della vita sezionale. Nella stagione sportiva 1987/88 vennero promossi alla C.A.N. C Maurizio SCARDIA ed approdarono in quella successiva alla C.A.N. D Carlo COLAIANNI e Vincenzo SEBASTE. Nel 1988 nuovo presidente della Sezione venne nominato Michele SERVELLO, a seguito del passaggio a vice commissario della C.A.N. D di Antonio PRATO. Nel 1989 G. Valerio VASQUEZ approdò nella C.A.N. C, Antonio GHIONDA alla C.A.I. e Maurizio BIANCO alla C.A.N. D. Nel 1992 venne promosso alla C.A.N. C Antonio CASALUCI, seguito l'anno successivo da Antonio PASCARIELLO.

Pervennero alla C.A.N. D Carmine SERVELLO, che poi si trasferì alla Sezione di Roma 2, Paolo TAURINO, Giuseppe De VITIS, Giovanni GUIDOTTI, Stefano LAPORTA, Salvatore MELE e mentre Antonio PRATO venne nominato vice commissario della C.A.N. C e pervenne alla nuova presidenza della Sezione Antonio CASALUCI. Nel 1995 venne promosso alla C.A.N. C un arbitro molto promettente Antonio Danilo GIANNOCCARO. Due guardalinee in forza alla C.A.N. D, Antonio PETRACCA nella stagione 1994/95 e Stefano CULIERSI in quella successiva, vennero insigniti del Premio "Presidente A.I.A." destinato ai migliori assistenti arbitrali nazionali. Nel 1997 approdò alla C.A.N. D Elio ELIA, raggiunto l'anno successivo da Fabio BRUNO ed Alessandro MIRTO. Nel 1999 viene nominato presidente della nuova Sezione Michele SERVELLO ed a due arbitri di Lecce vennero assegnati altri due premi nazionali.

Ad Antonio Danilo GIANNOCCARO venne assegnato il primo Premio "Presidenza A.I.A." quale miglior arbitro della C.A.N. D immesso nel ruolo C.A.N. C ed a Fabio BRUNO lo stesso riconoscimento quale miglior arbitro del ruolo scambi proposto per il passaggio al ruolo CND nella C.A.N. D. Nel 2000 venne promosso alla C.A.N. D Paolo PRATO e si affacciò nel calcio femminile nazionale Barbara BRUNO. La fine dell'anno 2000 vide l'elezione da parte degli associati del nuovo presidente sezionale Antonio PASCARIELLO, che nel 2004 venne riconfermato alla guida della Sezione.

Nel 2001 venne promosso alla C.A.N. D Gianluca SERVELLO. Nella stagione sportiva 2003/2004 venne promosso alla C.A.N., dopo essere stato insignito del Premio "Riccardo Lattanzi" per il miglior arbitro della C.A.N. C nella stagione precedente Antonio GIANNOCCARO, che poi esordì in serie A il 16 Maggio 2004 nella gara Milan - Brescia e vennero promossi alla C.A.N. C Paolo PRATO ed alla C.A.N. D Pierluigi NUCCI. Nella stagione 2004/05 la sezione di Lecce fa il 'pieno' di promozioni, aprendo un periodo, di 5 anni, di grandi soddisfazioni: infatti vengono promossi alla C.A.N. D due arbitri Alessandro GRECO e Giuseppe NUCCI ed un assistente Luca RUSSO. L'anno successivo, sotto la guida del Presidente del Comitato Regionale Arbitri Pasquale D'ADDATO la Sezione esprime tre rappresentanti a livello nazionale: l'arbitro Stefano CASALUCI, l'assistente Angelo SIRSI e l'osservatore Giovanni LEO.

Un altro biennio ricco di soddisfazione attende la sezione salentina, infatti nella stagione 2006/07 approdano alla C.A.I. (Scambi) due arbitri: Vito CALOGIURI e Ivano PEZZUTO, il quale rimarrà un anno per poi passare subito alla C.A.N. D; la stagione sportiva successiva, 2007/08, sotto la gestione commissariale di un grande personaggio, Luigi CELLI di Trieste, e il suo vice, Pino SCALCIONE di Matera, approdano alla C.A.I. altri due arbitri: Marco CAPILUNGO e Riccardo PANARESE. Questo è l'anno della riconferma per il 3° mandato consecutivo del Presidente della Sezione di Lecce Antonio PASCARIELLO e l'anno dell'approdo alla C.A.N. D Vito CALOGIURI dopo due anni di permanenza alla C.A.I e si affaccia al calcio a 5 nazionale Dario PEZZUTO. La Stagione 2009/10 vede il pieno di promozioni da parte della Sezione di Lecce : a seguito dello sdoppiamento della CAN A e B, Danilo GIANNOCCARO viene inserito nell’organico della CAN A . Transita dalla CAN D alla CAN PRO l’arbitro Alessandro GRECO, mentre dopo due anni di permanenza alla CAI transitano alla CAN D gli arbitri Marco CAPILUNGO e Riccardo PANARESE e l’osservatore Francesco VERRI. Sotto la guida del Presidente del Comitato Regionale Arbitri Raffaele GIOVE la Sezione esprime due rappresentanti a livello nazionale : l’assistente Emanuele SIMONE  e l’osservatore Roberto BRUNO si affaccia alla CAN 5.

L’anno successivo sono invece tre gli associati leccesi a transitare dal livello regionale a quello nazionale : l’arbitro Alex PANARESE , transita alla CAI ,l’assistente Alessandro CIPRESSA , il quale transita alla CAN D e l’osservatore Cristian Carmelo VETRUGNO , che transita alla CAN 5. Nella stessa stagione, 2010/11, gli arbitri Stefano CASALUCI ed Ivano PEZZUTO, in forza alla CAN D sotto la guida di Tarcisio SERENA di Bassano del Grappa, raggiungono Alessandro GRECO alla CAN PRO. La fine della stagione 2011/12 vede l’elezione del giovanissimo Paolo PRATO alla Presidenza della Sezione di Lecce, e il transito di Marco CAPILUNGO dalla CAN D alla CAN PRO unitamente all’osservatore e neo-Presidente Paolo PRATO. Transita dalla regione alla CAI l’arbitro Daniele DE SANTIS , il quale raggiunge il riconfermato Alex PANARESE.

L' anno successivo è un anno storico per la sezione di Lecce infatti, alla fine della stagione sportiva 2013/2014 compiono il salto di categoria: Riccardo Panarese (dalla CAN D alla CAN PRO), Alessandro Cipressa (dalla CAN D alla CAN PRO come assistente), Alex Panarese e Daniele De Santis (dalla CAI alla CAN D), Mattia Politi (dalla regione alla CAI), Giuseppe Costantini (Dalla regione alla CAN 5) e a domanda fa il suo ingresso nella CAN PRO Vito Calogiuri che appeso il fischietto al chiodo, si cimenta nel ruolo di assistente. E' l' anno anche della nomina di Danilo Giannoccaro a Presidente della Commissione Arbitri Interregionale.

Nella stagione sportiva 2014/2015 invece, finisce purtroppo l' attività sul campo di Marco Capilungo e di Alex Panarese. Viene promosso alla CAI Simone Petracca e alla CAN D Mattia Politi. La soddisfazione più grande per la sezione leccese guidata da Paolo Prato, è la promozione dalla CAN PRO alla CAN B di Ivano Pezzuto che il 2 maggio 2015 riporta la sezione "L. Rizzo" in serie A dirigendo Sassuolo-Palermo. Si registrano anche successi nel calcio a 5 dove viene promosso l' osservatore arbitrale Francesco Cazzetta. 

Ad inizio stagione 2015/2016 si registrano ben tre promozioni: quella di Jacopo Pascariello (dalla regione alla CAI), quella di Fabrizio Cafaro (dalla regione alla CAN5) e quella di Danilo Giannoccaro che viene nominato, dal Presidente Marcello Nicchi e dal Comitato Nazionale, responsabile della CAN PRO prendendo il posto di Roberto Rosetti.

L'ARTICOLO PIÙ LETTO

STATISTICHE

Abbiamo 10 visitatori e nessun utente online

Visite agli articoli
296291
Copyright © 2012 Sezione A.I.A "Luigi Rizzo". Tutti i diritti riservati. Designed by Web For All - Web Agency
in cooperation with Joomla templates Joomlashine